Lunedì, 20 Giugno 2016 00:01

Trattative Ripartite : Federazione CIPe-SISPe-SINSPe molto DURA sulla Bozza dell'ACN della SISAC

Scritto da
  • dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font
  • Stampa
  • Email
Vota questo articolo
(10 Voti)

         Comunicato Stampa 

 Carissimi Colleghi e Colleghe ,

Nell’incontro del 22-06-2016  con la SISAC per la riapertura del tavolo di trattative ( dopo oltre 1 anno di PAUSA ) per il rinnovo dell’ACN per la Pediatria di Famiglia, la Federazione Cipe-Sispe-Sinspe , ( rappresentata da Franco AZZARO  e da Antonio GALLESE)  ha ribadito senza se,senza ma e senza forse ,  la propria contrarietà a tutte le  parti della bozza di articolato che danneggiano gravemente  la categoria del pediatra di famiglia italiano .

 

In particolare nel corso dell'incontro è stato ribadito con forza di non essere disponibili  : 

 

1) a essere caricati di compiti e responsabilita' in piu' , SENZA UN SOLO EURO IN PIU'  ;

2) a Rinunciare a  Tutte le indennita' che gia' ci vengono erogate a livello regionale  per essere messe in discussione per creare le AFT , rimettendoci  mediamente da 1500 euro al mese fino ad

oltre 2.500 sempre al mese nelle regioni  in piano di rientro , tutto il centro sud , isole comprese , con l'aggiunta di Piemonte e Liguria;

3) a subire passivamnte la nomina  a capetto  di AFT da parte della  ASL/ASP/ASSL , cui si dovranno  comunicare e motivare qualsiasi assenza ,ferie comprese  ;

4) a subire l'H 12 dalle 8 di mattina alla 20 di tutti i giorni feriali ( senza pausa pranzo per intenderci ) con la possibilita' addirittura che  il capetto di AFT decida i nostri orari di studio e  qualcuno sia costretto a lavorare piu' ore per ordine del capetto ;

5) a raggiungere gli " OBBIETTIVI" (????) fittizzi  ed il  capetto di AFT sara' l'unico  interlocutare della ASL/ASP/USSL , (dipendenti a tutti gli effetti e nella peggiore maniera ) ;

6) a subire limiti alla Garanzia di rappresentativita' sindacale a tutti i livelli , rappresentativita' garantita nella bozza solo per chi ha il comando dei numeri e consentirne di fatto  il monopolio sindacale , impedendo un democratico confronto a tutti i livelli ;

7)  a subire la possibilita' che I medici Generici ,se non scatta la zona carente, possano acquisire scelte di neonati , decretando di fatto l'inizio della fine della pediatria di famiglia ,

("Nell'ipotesi di ambito territoriale in cui il numero di assistiti in età pediatrica non sia sufficiente a determinare una zona carente o in caso di carenza di pediatri disponibili ad operare in detta zona, può essere scelto un medico di cure primarie titolare nello stesso ambito" -art.33 comma  7 ) ;

8)  a subire " Lo Scippo Informatico " con l'Obbligo da parte del Pediatra ( gratuito per la ASL/ASP/USSL) di raccogliere ed inviare le informazioni alle ASL/ASP/USSL  ;

9) a subire che  Il Pediatra  abbia l'obbligo ( a sue spese ovviamente ) di adottare tutte  le misure necessarie, in conformità alle normative vigenti, per garantire il consenso informato, il trattamento, la conservazione e la sicurezza dei dati sensibili;

10)  a subire che  Il pediatra abbia l'obbligo di operare ( GRATIS ovviamente )  nell’ambito delle Aggregazioni Funzionali Territoriali (AFT) e Unità Complesse delle Cure Primarie (UCCP) rispettando le cosiddette  modalità organizzative concordate all’interno delle stesse.

11) a subire che il Medico di Medicina Generale continui a ricevere 1% in piu' in versamenti ENPAM ( loro il 16% e i Pediatri solo il 15 % ) tutto a carico della ASP , cosa che ha creato un danno di mancati versamenti a carico delle ASP e mai versati al pediatra di oltr 8-10.000 euro ad oggi in 6 anni di mancati versamenti , questo ancora non lo ha mai spiegato nessuno ai propri iscritti , in un silenzio assordante ;

12) a subire passivamente un aumento che portera' la nostra contribuzione ENPAM dal 15% del 2014 al 26 % in 11 anni ,( + 11 % sul LORDO ) TUTTI A CARICO DEL Pediatra , nella piu' assoluto SILENZIO ASSORDANTE , che si sia mai visto . Il tutto costera' alle tasche dei Pediatri di Famiglia un aumento progressi annuo che parte da 1.200 annui dello scorso anno per arrivare via via fino ad oltre 12-15.000 annui , oltre 1.200-1.500 , mensili di trattenute ENPAM in piu' e tutti a nostro carico ;

13 ) a subire che solo 2000 pediatri su oltre 7300 , meno di 1/3 , sia senza assicurazione malattia primi 30 giorni , solo per creare un carrozzone di poltrone appetibili che rendono ai "TENUTARI" diverse migliai di euro in partecipazione a pseudoconsigli di amministrazione ;

La Sisac ha comunque mostrato  un atteggiamento di disponibilità al confronto , specie nel proporre in bozza il  rispetto assoluto dei massimali (880 scelte ) su cui e' sembrata molto decisa nel rispetto della legge  , cosa invece piuttosto indigesta in casa  FIMP ,  per cui sono state  calendarizzati  quattro incontri nel mese di luglio , il 13 e 14 e il 27 e 28 , per poi riaprire eventualmente le trattative in settembre dopo la pausa estiva.

La Federazione Cipe-Sispe-Sinspe resta l'unico baluardo disposto a difendere fino in fondo la professionalità dei pediatri di famiglia italiani dando TRASPARENTE , costante ed aggiornata comunicazione sullo svolgimento e sui contenuti delle trattative in corso , nostante le minacce in piena seduta di trattative di "denunce" da parte della FIMP  perche' avevamo " OSATO PUBBLICARE LA BOZZA DI CONTRATTO " .  

Noi non siamo per la " NORCOTIZZAZIONE SCIENTIFICA DELLA BASE" , siamo per la trasparenza degli atti , " ovunque e dovunque"  e questo

evidentemente da MOLTO MA MOLTO FASTIDIO , a chi e' stato abituato a raccontare la SOLITA favoletta del " DI PIU' NON SI POTEVA FARE ".

Lasciamo decidere a TUTTA LA BASE dei PEDIATRI di FAMIGLIA con un democratico e serio " REFERENDUM  CONFERMATIVO " alla fine delle trattattive , per decidere veramente  come vogliono il loro futuro i Pediatri di Famiglia .

Nel frattempo , nonostante le minacce, noi continueremo ad offrirvi tutte , ma proprio tutte , le notizie e le diverse bozze con il nostro LINK           " Trattative Nazionali 2016 " : tutte le trattative minuto per minuto , nonostante le minacce .

Di una cosa statene certi :

non faremo il "SINDACATO TAPPETINO  ovunque e dovunque " , noi le poltrone le lasciamo volentieri agli altri , le stellete anche , vorremo lavorare in santa pace solo per difendere gli interessi dei Pediatri Italiani .

Forse, ma solo forse, chiediamo troppo ? 

FORSE NO .................

 

 

 

Letto 2116 volte Ultima modifica il Venerdì, 01 Luglio 2016 09:09
Creato e Gestito da Italian Solution