Sabato, 10 Dicembre 2016 17:44

2^ Bozza Sisac : Peggiore della prima.

Scritto da
  • dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font
  • Stampa
  • Email
Vota questo articolo
(2 Voti)

La Bozza va respinta in toto ed e’ di fatto irricevibile.

 

La  bozza inviata dalla SISAC in data 05-12-16 e’ da respingere completamente perche’ non ha apportato alcuna variazione positiva rispetto alla prima , anzi e’ addirittura peggiorativa rispetto alla precedente per le seguenti motivazioni :

1)      E’ un contratto che non recupera alcun aumento contrattuale  dopo oltre 7 anni di vuoto economico a fronte di un forte aumento dei costi di produzione , anzi riduce di fatto il salario attuale che gia’ dal primo gennaio 2017 avra’ una decurtazione ad opere dell’ENPAM del 3% , a fronte di un aumento ridicolo dell’1,15 % , quindi un contratto gia’ in perdita del 2% circa . Non vi e’ traccia nella bozza neanche del recupero della enorme quota ENPAM che stiamo gia’pagando e  che andra’ ad aumentare ogni anno per arrivare fino ad un salasso dell’11% tutto a carico del pediatra ( circa mille euro in meno al mese pe singolo pediatra ) ;

2)      Caos massimali con l’introduzioni di norme confusionarie e poco o per nulla  chiare : blocco indiscriminato dei massimali oltre gli 880 ,oltre solo 50 nuovi nati per anno ,ma  le asl toglieranno entro 3 mesi d’ufficio i bambini piu’ vicini ai 14 anni  per questi 50 nuovi nati , niente piu’ ricongiungimenti con il 2°,3° nato , bloccati i pagamenti oltre gli 880 , rientro nel limite per chi ne ha oltre 880 con la sospensione di attribuzione di nuove scelte , ecc. ecc. Scompare la possibilita’ di mantenere gli ultraquattordicenni .

Il caos nelle asl regnera’ sovrano ;

3)      Il pediatra sara’ in balia di sanzioni di qualsiasi tipo emanata direttamente dalla ASL/ASP/USSL  , senza che abbia la minima possibilita’ di difendersi dai soliti funzionari,  non si nota alcuna  reciprocità che preveda la sanzionabilità dei Soggetti di parte pubblica inadempienti e inosservanti le norme convenzionali in proprio o per conto degli istituti che rappresentano;

4)      Scompare l’organismo di tutela del Pediatra formato dalla Commissione disciplina regionale per gravi infrazioni , la revoca della convenzione puo' essere erogata direttamente dalla ASL -ASP-USSL ;

5)      Le AFT restano di fatto erogative , anche se si tenta di farle passare per funzionali ;

6)      Il coordinatore delle AFT  viene scelto dai pediatri ma sotto stretto controllo e verifica da parte  della Dirigenza della ASL ,con possibilita' di revoca dell'incarico senza alcun criterio oggettivo , di fatto sudditi dei politici di turno che gestiscono le varie ASL e non e’ chiaro neanche che debba essere un pediatra, potrebbe essere anche un funzionario e puo’ essere sostituito praticamente senza alcuna motivazione chiara e documentata  ;

7)      Il funzionamento ed i compiti dei Comitati Regionali ed Aziendali vengono di fatto svuotati e ritornano ad essere meramente consultivi e non deliberativi come lo sono ora  , eliminando di fatto la rappresentanza sindacale a tutela dei pediatri ;

8)      L’assicurazione malattia , che almeno teoricamente torna universale, e’ disposta nell’articolato in modo nebuloso e piuttosto sospetto nella mani dell’ENPAM , che sappiamo non sta  brillando per trasparenza ( vedi denunce e controdenunce che hanno riempito le pagine di giornali e le relative indagini in corso su ENPAM Sicura );

9)  Rapporto ottimale e zone carenti straordinarie in totale balia e discrezionalita' da parte delle regioni e delle ASL che disporranno come vorrano e senza alcun controllo , caos su caos ;

Ci sono almeno una quindicina di articoli che basterebbero anche singolarmente per rendere questa bozza assolutamente da respingere : di fatto irricevibile.Non si puo’ trattare con queste premesse ,cosi’ come non si puo’ accettare il metodo poliziesco di controllo , l’impostazione della intera bozza e’ oltremodo penalizzante  per la nostra dignita’ di professionisti oltre che di persone , non c’e’ nessun miglioramento all’assistenza ai nostri bambini ma solo castighi : ma cosa abbiamo fatto di male per meritare questa terrificante bozza ?

Questo tentativo maldestro di nuovo contratto e’ un disastro dall’inizio alla fine per la intera  categoria dei Pediatri di famiglia , compiti elevatissimi con l’obbligo di raggiungimento di obiettivi di salute , sia personali che di AFT, del tutto aleatori , forte aumento di sanzioni senza alcuna possibilita’ di discolpa  , non esiste una data entro la quale scade la possibile procedura a carico del pediatra , saremo di fatto sempre in balia degli umori di funzionari ,   limitazioni di tutti i tipi all’attivita’ libero professionale .

Con tutta la disponibilita’ possibile al dialogo costruttivo non riusciamo a vedere un solo motivo valido per intavolare la trattativa.

Questo esporremmo al Dott. Pomo e alla SISAC giorno 15 dicembre .

Prima di tutto i pediatri e la loro dignita’ personale e professionale . 

Per chi fosse interessato a dare un'occhiata alla nuova bozza puo' linkare su questo sito o cercare su quotidiano sanita :

http://www.quotidianosanita.it/allegati/allegato7704586.pdf

http://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=45962

http://trattative2016.info/item/6-2-bozza-acn-pediatria-di-libera-scelta

 

Letto 2028 volte Ultima modifica il Lunedì, 02 Gennaio 2017 15:41
Creato e Gestito da Italian Solution